Negli ultimi mesi è diventato particolarmente visibile ed acuto un fenomeno che, alla stregua di un fiume carsico,  è lentamente cresciuto sottotraccia. Ci riferiamo ad una crescente sfiducia nei confronti dell’efficacia clinica dei vaccini. A sua volta, tale fenomeno rappresenta un caso specifico di una lenta e forse progressiva delegittimazione della scienza, condotta sistematicamente ad opera di numerosi movimenti di protesta, nonché dall’onda emotiva sollevata da fake news che rinviano a ricerche dal valore pressoché nullo, ma purtroppo considerate alla stregua delle più affermate ricerche scientifiche.

Per queste ragioni, insieme ai protagonisti, impegnati sul campo, vogliamo provare a definire un nuovo standard qualitativo per una comunicazione scientifica che riesca nel difficile ma non impossibile compito di conciliare le due istanze dell’etica e dell’efficacia.

Registrati su: www.vecs.it